2 Prova C.I. 1/8 pista Leno

Vanni vince sulla distanza, a De Cesare e De Lotto F1 ed F2

10501591_1458937857734117_3876988829691118639_n10984571_1458937864400783_598457715733254683_n1546033_1458937861067450_7166802528388777817_n

Articolo tratto da AMSCINEWS di Riccardo Acciari

Dopo il secondo posto ottenuto nella prima prova di Bologna, Marco Vanni (Shepherd/OS Speed/Matrix) ha ottenuto un altro clamoroso risultato in questa seconda di Campionato sul bellissimo tracciato di Leno in una gara ricca di colpi di scena, iniziata con un bel trenino durato per i primi 15 minuti con Tironi in testa seguito a pochi metri da Balestri e Picco. Il primo avvicendamento alla leadeship vede la Capricorn di Dario superare la Shepherd di Tironi e iniziare ad allungare. Giunti a metà gara un velocissimo cambio gomme consente a Picco di portarsi in testa, seguito ancora molto da vicino da Balestri e Tironi. Al 37′ di gara giunge il primo dei sopracitati colpi di scena, con il cambio di Balestri che rimane incollato e causa lo svitamento del pignone dalla campana frizione sul suo Tesla. Picco può dunque allungare ma dopo soli due minuti arriva la doccia fredda per il vincitore della prima prova, quando il suo motore si ammutolisce in fondo al rettilineo costringendolo al ritiro. Tironi passa in testa, con un vantaggio di ben cinque giri su Codazzi e Vanni, promossi in area podio dalle defezioni di Dario e Alberto. Francesco inizia ad amministrare, ma la sua cavalcata vincente si interrompe 7 minuti troppo presto, quando al 53′ minuto di gara noie al propulsore relegano anche lui ai box. Intanto Vanni, rimasto in sordina per tutto il weekend anche se autore del giro più veloce di entrambe le semifinali, riesce a sopravanzare Codazzi e negli ultimi minuti, dimostrandosi in evidente stato di grazia in questo inizio di stagione, riesce a resistere al forcing finale di Claudio per guadagnare la vittoria.

_RIC8666

“Dopo una partenza travagliata e qualche intoppo durante le soste ai box ho provato ad imprimere un passo veloce e costante alla mia gara, e fortunatamente questa scelta ha pagato”. Marco Vanni, veterano della classe regina del Modellismo RC, ha commentato così il suo ritorno alla vittoria in una gara di Campionato Italiano che lo porta anche in testa alla classifica generale della stagione. Molto felice per il risultato, si è detto perfettamente soddisfatto di come il suo pacchetto macchina/motore/gomme abbia funzionato nell’arco dei 60 minuti.

_RIC8230

Claudio Codazzi si è dimostrato molto felice di finire secondo, un risultato che va oltre le sue aspettative. “Prima della partenza il mio obiettivo era finire nei primi cinque, quindi tutto sommato sono contento” ha detto, senza però mascherare un’ombra di delusione per non aver sfruttato l’occasione che si era presentata. In una gara con “qualche episodio di troppo che alla fine ci ha impedito di vincere”, Claudio ha avuto la possibilità di strappare la vittoria a Vanni dopo l’ultimo pieno, ma un contatto durante un doppiaggio con Rinaldi lo ha privato di ogni possibilità.

_RIC8709

Questa prova di Campionato Italiano ha significato un bel ritorno al vertice per Walter Salemi, contento solo a metà in quanto il pilota locale può recriminare sui problemi di cambio che hanno afflitto la sua gara. Costretto dopo soli 10 minuti a guidare con la cambiata molto ritardata, ha preso la decisione di concerto con il suo team di sostituire l’intero gruppo al cambio gomme, per poi ritrovarsi col problema opposto nella seconda metà di gara.

_RIC8649

La finale F1 è stata a dir poco rocambolesca: Collavo (Shepherd/OS Speed/Matrix) scatta bene dalla pole, con Luca Conte (Shepherd/Picco/Matrix) nella sua scia e De Cesare (Mugen/Reds/J-Tech) poco dietro. I tre rimarranno attaccati a posizioni invariate fino ai 20 minuti di gara, quando un errore di Collavo permette a Conte di ereditare la testa della corsa e retrocede Mattia in seconda posizione. Arrivati a metà gara arriva il colpo di scena, con De Cesare che non cambia gomme, rende chiara la sua strategia di non effettuare alcuna sostituzione per tutti i 45 minuti di finale e si porta in testa alla gara. Dietro di lui, due violenti contatti costano caro a Collavo e Conte, con Mattia che deve accontentarsi della seconda piazza alle spalle di Roberto, mentre Luca dopo aver condotto la gara con autorità per diversi giri deve cedere anche a Martini (Shepherd/Velox/Matrix) che va a completare il podio.

_RIC8478

Nella categoria F2 il ruolo del mattatore è appannaggio di De Lotto, il quattordicenne di Treviso che ha annichilito gli avversari imponendo il suo ritmo alla gara sin dalla prima tornata di qualificazioni. Dopo aver conquistato la finale diretta col miglior tempo, Alberto ha sfruttato la sua partenza dalla casella numero 1 per andarsi a prendere una vittoria mai in discussione infliggendo un distacco di ben 10 giri sul secondo classificato Bertolino. Lazzari va a completare il podio, staccato di ulteriori 5 giri da Bertolino.

COVERAGE DELL’EVENTO SU AMSCINEWS

GALLERIA FOTOGRAFICA EVENTO

CRONOLOGICI DELL’EVENTO

Amscinews_completoV2_shadowsRID